22 Febbraio 2020

FrNews.it

L'informazione libera ed indipendente. Selezioniamo le notizie migliori per difendere la libertà di informazione gratuita.

Quando la battaglia di Valle Giulia determinò gli esiti del ’68 italiano

1 min read


Quattromila persone (in maggioranza studenti universitari) si radunano in Piazza di Spagna, a Roma, e marciano verso la Facoltà di Architettura di Valle Giulia per “liberarla” dalla presenza di poliziotti. Ad attenderli, in cima al sentiero in declivio che conduce alla sede della facoltà stessa, una formazione della squadra mobile della Polizia. È il preludio di una delle battaglie più dure e significative dell’intero movimento sessantottino.

Per la prima volta gli studenti, uniti in una lotta comune nonostante la fede politica eterogenea (a Valle Giulia combattono militanti di estrema sinistra ed estrema destra insieme) reagiscono alle cariche della polizia e quasi “vincono” lo scontro. Non era solo l’incoscienza della gioventù, ma la sensazione che il vento soffiasse dalla loro parte e che la storia li avesse voluti lì per dare voce a un’esigenza profonda: la necessità di cambiamento dell’intero Paese.

Nell’Italia degli anni Sessanta il conflitto…

>>Leggi l’articolo completo

Fonte: The Vision