Per far saltare Conte serve un governo istituzionale per qualche mese. Poi tutti al voto (di P. Becchi e G. Palma su Libero)

Sharing is caring!


Articolo a firma di Paolo Becchi e Giuseppe Palma su Libero del 15 febbraio 2020:

Il fatto che Renzi faccia cadere Conte per tornare a votare è da escludere. Il senatore di Firenze non ha alcun interesse ad aprire una crisi di governo per andare al voto subito, tra l’altro con un Parlamento quasi dimezzato dal referendum di marzo (la data del referendum è fissata e ora indietro non si può tornare). Col Rosatellum, e parlamento quasi dimezzato, ItaliaViva non toccherebbe palla. Per questo Renzi ha bisogno di tempo per recuperare consenso e giocarsela. Può portare a casa il Germanicum e tentare, dopo il voto, persino di fare da ago della bilancia. Col proporzionale tutto è possibile.

Renzi però sa anche che, tenendo in piedi questa maggioranza, finirebbe per logorare non il governo, ma se stesso. Il suo progetto politico non cresce facendo parte di questa maggioranza, perché Renzi e Conte sono politicamente incompatibili. C’è bisogno di un centro, non di…

>>Leggi l’articolo completo

Fonte: ScenariEconomici.it