Il governo cinese utilizza il coronavirus per epurare gli oppositori politici? Il caso del giornalista Fang Bin

Sharing is caring!


Fang Bin coronavirus

La Cina sta usando la situazione del Coronavirus per reprimere senza pietà una rivoluzione nazionale? E’ solo una coincidenza che le strade di Hong Kong ora siano ormai vuote mentre qualche mese fa imperversavano le proteste?

Nessuno al di fuori della Cina conosce la verità su ciò che sta accadendo in questo momento all’interno della più grande nazione comunista del mondo, ma i video e i reportage dei cittadini giornalisti che sono andati oltre mostrano, se non altro, come un regime totalitario e autoritario mantenga un controllo brutale terrorizzando il proprio popolo.

I video che mostrano persone trascinate fuori dalla loro casa e costrette a salire su furgoni e trascinate via perché presumibilmente infettate dal coronavirus raccontano solo una parte della storia. Altri rapporti indicano che è in corso una massiccia campagna di repressione dell’informazione, dei social media e della censura. Il Partito comunista cinese (PCC) è impegnato in una campagna nazionale di…

>>Leggi l’articolo completo

Fonte: Jeda News