–ACQUA, ENERGIA, CIBO… E IL WEB– un post vecchio stile (di Debora Billi)

Sharing is caring!


 

 

Il mondo assiste orripilato a quanto sta accadendo nella Cina flagellata dal coronavirus. Strade deserte, uffici chiusi, decine (se non centinaia) di milioni di persone confinate in casa, ospedali al collasso, lazzaretti aperti nelle palestre, negli alberghi, persino negli edifici monumentali. L’impressione è quella di un’apocalisse.
Eppure, apocalisse non è: in Cina funziona ancora tutto.
Non è facile vederlo, a ben pensarci. La vita “normale” è qualcosa a cui siamo talmente abituati, che ci sembra (appunto) normale che continui senza interruzioni. E voi, l’avete notato? In Cina (Wuhan inclusa), nelle case c’è l’acqua, si può bere, cucinare, andare in bagno, e lavarsi, che è così importante in una situazione del genere. C’è energia, funzionano le luci, i riscaldamenti, i frigoriferi. E c’è cibo: tanto, tanto cibo, in tanti negozi aperti, dove si può andare e rifornirsi di quanto…

>>Leggi l’articolo completo

Fonte: ScenariEconomici.it