La frammentazione della politica esalta le funzioni al servizio di tutti

Sharing is caring!

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

2′ di lettura

Non ci si raccapezza più. Nella politica italiana, cerchi un’idea di paese, un barlume di progetto generale, e trovi singoli temi sparsi, anche importanti ma nell’insieme settoriali . È la ricerca spasmodica di qualche sacca di consenso non consumata, con uno sbriciolamento degli interessi che nega l’idea stessa di politica, la cura dell’interesse collettivo. Ci si butta, per pigrizia intellettuale e politica, su singole istanze, intuite o perfino inventate, costruendone i bisogni sottostanti. Così si frantuma la coesione nazionale. C’è il leader fissato con la intangibilità della comunità nazionale: lo immagineresti dedito, nello stesso contesto e se l’interesse è davvero generale, ad un robusto progetto demografico. Macchè. Chi vede, giustamente, nella diffusione di mille droghe uno sterminio di vite e di coscienze, non lo collega, per combatterlo, ad un fenomeno spaventoso come l’infiltrazione delle forme diffuse criminalità…

Leggi l’articolo completo >>

Fonte: Il Sole 24 ORE – Italia