Il governo dei nemici non ha alcun senso, è sufficiente fermare Salvini e salvare l’Italia

Sharing is caring!

E certo che i governi di coalizione sono un ripiego, cui peraltro ci ha costretti il popolo sovrano ma indeciso, e una ricerca continua di delicato equilibrio tra istanze diverse. Ci sta. La fatica di un compromesso, di due, di tre, di quattro compromessi in un programma di governo, fa parte del gioco. Ma fino a un certo punto. I governi di coalizione che hanno un senso e una durata, quelli della lunga storia repubblicana o quelli tedeschi, sono i governi formati da forze politiche diverse che si accordano su alcuni obiettivi comuni, sulle strategie da seguire e su una sintesi delle ricette degli uni e quelle degli altri.

Nell’epoca del populismo italiano, invece, la sintesi non esiste: uno-più-uno non fa due, perché uno-vale-uno da moltiplicare per il numero dei coalizzati. Si formano improbabili alleanze tra nemici che pretendono di promuovere obiettivi opposti e incompatibili, per cui ciascuno dei partiti della coalizione si impegna su una proposta radicale e di bandiera…

Leggi l’articolo completo >>

Fonte: linkiesta.it – Sezione Politica – News Feed