Politica: non sparate sul trasformista

Sharing is caring!

La confusione tra parlamentarismo e trasformismo, crisi di governo e colpo di stato, esercizio della libertà del mandato parlamentare e tradimento della volontà popolare si ripresenta ciclicamente nel nostro dibattito pubblico. Alimentata dall’esito inaspettato della crisi del Papeete, dalla nascita del nuovo partito renziano e dalla rapidità con cui Partito democratico e Movimento 5 stelle sono passati dalle dichiarazioni di guerra alle dichiarazioni d’amore, una simile confusione – che finisce spesso per mescolare impropriamente questioni tecnico-istituzionali, giudizi morali e semplici luoghi comuni – accompagna la politica italiana da almeno trent’anni.

 

Per essere precisi, è dall’introduzione della legge elettorale maggioritaria nel 1993 che il nostro dibattito pubblico risprofonda in una simile palude a ogni crisi di governo, dividendosi puntualmente tra chi grida al golpe e chi riscopre gli aurei principi della democrazia parlamentare negati fino al…

Leggi l’articolo completo >>

Fonte: Il Foglio