ecco cosa è stato trovato nei telefoni dei due americani

Sharing is caring!


Sul pannello del contro soffitto della stanza dell’hotel dove era nascosto il coltello da marines con cui è stato ucciso il vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, i Ris dei carabinieri hanno trovato impronte palmari e digitali appartenenti a Christian Gabriel Natale Hjort,

il 19enne statunitense accusato di concorso nell’omicidio del carabiniere assieme all’amico e coetaneo Finnegan Lee Elder, che ha confessato di aver materialmente sferrato i fendenti mortali. Finora Natale aveva decisamente negato di aver avuto a che fare con l’arma, al contrario secondo quanto appurato dalla scientifica dei carabinieri potrebbe essere stato lui ad occultare l’arma.

Lunedì è attesa l’udienza del tribunale del Riesame e il nuovo elemento è contenuto nell’informativa consegnata alla Procura. Da quanto si è appreso l’analisi dei telefoni hanno fatto emergere foto in posa con armi, farmaci, droga e denaro. Entrambi mostrerebbero “padronanza e assoluta…

>>Leggi l’articolo completo

Fonte: web