1 Aprile 2019

FrNews.it

L'informazione libera ed indipendente. Selezioniamo le notizie migliori per difendere la libertà di informazione gratuita.

Olimpiadi estive: Londra punta al poker per l'edizione del 2036

2 min read


In una vista dell'assegnazione delle Olimpiadi estive del 2032 – con Brisbane che si sta concretamente muovendo in questa direzione – ecco un nuovo passaggio nel futuro. «Siamo molto in anticipo
   – sostiene Liz Nicholl, amministratore delegato di Regno Unito (una grandi linee organismo simile al nostro Coni) – ma non c'è ragione per non parlare di una candidatura ». E la candidatura è quella di Londra per il 2036: se chiudere in porto, sarebbe la quarta volta (le precedenti nel 1908, 1948 e 2012) che la città inglese è l'importante
   Manifestazione.


È presumibile che si rientrano molte delle strutture che hanno ospitato i Giochi olimpici e paralimpici del
   2012. A questo proposito il Comitato olimpico internazionale – Considerazioni anche la "crisi di vocazioni" a cinque cerchi – ha già fatto sapere che un ritorno alla stessa posizione dopo
   solo 24 anni non sarebbe un problema.

Un miliardo per gli sportivi al top

Uk Sport, sostenuta dai dai di National Lottery, punta a collocare il Regno Unito al primo posto nel
   medagliere olimpico. Secondo gli atleti di élite delle varie specialità con risorse, sempre più corpose: se
   per il quadriennio che si concluderà con Tokyo 2020 la somma a disposizione è


stata di 550 milioni di sterline, l'intenzione nel medio termine è quella di arrivare addirittura a quota un miliardo.

Nel 1996 ad Atlanta la Gran Bretagna finì 36ª nel medagliere. Una umiliazione. L'anno dopo è avviò la partnership Uk Sport-The National Lottery e non sarò mai sfuggito un piazzamento nella Top Ten, progredendo fino al terzo posto di Londra 2012 e al secondo di Rio 2016.

Il traguardo del sindaco

L'ambiziosissimo traguardo …



Leggi l’articolo completo >>

Fonte: Il Sole 24 ORE – Lifestyle